Jobs Act Lavoro Autonomo: Nuove Tutele Per Gli Iscritti Alla Gestione Separata

Jobs act lavoro autonomo: nuove tutele per gli iscritti alla gestione separata

Jobs act lavoro autonomo: nuove tutele per gli iscritti alla gestione separata

Il 14 giugno 2017 sono entrate in vigore le nuove “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato” (c.d. Jobs Act lavoro autonomo). 

Tale provvedimento introduce alcune modifiche in materia previdenziale che interessano, in particolare, i lavoratori iscritti alla Gestione separata INPS. 

Si segnalano, in particolare, le disposizioni volte a tutelare la maternità, la paternità e la malattia per i soggetti iscritti alla Gestione separata non pensionati e non assicurati presso altre forme pensionistiche; al fine di incrementare tali prestazioni sociali il Governo viene delegato ad adottare entro il 13 giugno 2018 uno o più decreti che dispongano:

  • l’aumento dell’aliquota aggiuntiva in misura non superiore a 0,5 punti percentuali;
  • la riduzione dei requisiti di accesso alle prestazioni di maternità, incrementando il numero di mesi precedenti al periodo indennizzabile entro cui individuare le tre mensilità di contribuzione dovuta, nonché l’introduzione di minimali e massimali per le medesime prestazioni;
  • la modifica dei requisiti dell’indennità di malattia, incrementando la platea dei beneficiari, comprendendo anche i soggetti che hanno superato il 70% del massimale ed eventualmente escludendo gli eventi di durata inferiore a tre giorni. 

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più