SEAC Editoria Ti informa

  • Messaggi ( 2048 )
  • Bonus facciate: la recente prassi dell’Agenzia delle Entrate

    L’Agenzia delle Entrate, con alcune risposte ad interpello, ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità del bonus facciate ad alcuni casi particolari. Con Risposta ad Interpello 28 agosto 2020, n. 287, l’Agenzia delle Entrate ha ammesso il “bonus facciate” per il rifacimento del rivestimento di un edificio in tessere di mosaico vetroso. Il contribuente dovrà attestare che, non essendo realizzabile l’isolamento termico se non mutando completamente l'aspetto dell'edificio, non è possibile seguire le prescrizioni del Decreto 26 giugno 2015. Con Risposta ad Interpello 31 agosto 2020, n. 289, l’Agenzia ha chiarito che è possibile beneficiare del “bonus facciate” anc...
    chevron_rightLeggi di più
  • Le novità del “Decreto Agosto”

    Il D.L. n. 104/2020, cd. “Decreto Agosto”, entrato in vigore il 15 agosto 2020, ha previsto le “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia” collegate all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Alcune tra le più importanti novità riguardano: l’ulteriore rateizzazione del 50% delle somme relative ai versamenti prorogati al 16 settembre 2020 dal Decreto Rilancio; la proroga al 30 aprile 2021, a favore dei soggetti ISA, del termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto 2020 delle imposte sui redditi/IRAP; l’introduzione di uno specifico contributo a fondo perduto a favore delle imprese della ristorazione e degli esercenti in centri storici...
    chevron_rightLeggi di più
  • Superbonus 110% interventi parti comuni condominio

    Il nuovo “Superbonus 110%” è riconosciuto anche per interventi sulle parti comuni dell’edificio ma solo se ad effettuarli è un condominio: questo uno dei chiarimenti forniti dalla Circolare 8 agosto 2020, n. 24 che ha definito l’ambito oggettivo della maxi detrazione d’imposta, pari al 110% delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 (30 giugno 2022,  per gli IACP) per specifici lavori “trainanti” di riqualificazione energetica e adeguamento sismico degli edifici e per interventi realizzati congiuntamente, c.d. “trainati”. La disciplina, introdotta dall’art. 119, D.L. n. 34/2020, c.d. Decreto Rilancio, convertito con modificazioni dalla Legge ...
    chevron_rightLeggi di più
  • Credito di imposta a seguito di conferimenti in denaro per l’aumento di capitale

    Con la conversione in legge del “Decreto Rilancio” è stato confermato il riconoscimento di un credito d’imposta pari al 20% del conferimento in denaro effettuato per l’aumento di capitale. L’investimento massimo del conferimento in denaro, sul quale calcolare il credito d’imposta non può eccedere € 2.000.000. Possono beneficiare di tale credito di imposta le società per azioni, le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata (anche semplificate), le società cooperative, le società europee, le società cooperative europee, se: hanno sede legale e amministrativa in Italia; risultano regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle Imp...
    chevron_rightLeggi di più
  • Provvedimento ADE e GDF per contrastare l’evasione fiscale internazionale

    L’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza, con Provvedimento 21 luglio 2020, hanno aggiornato le modalità e i termini relativi alle richieste di informazioni sulle operazioni intercorse con l’estero, sui rapporti ad esse collegate e sull’identità dei relativi titolari, in attuazione dell’art. 2, D.L. n. 167/1990. Nel documento, che sostituisce il precedente del 2014, si analizzano le modalità e i tempi per chiedere: agli intermediari e agli operatori finanziari, le informazioni relative alle operazioni finanziarie da e verso l’estero, di importo pari o superiore ad € 15.000, anche per masse di contribuenti.  Agli operatori tenuti agli adempimenti antiriciclaggi...
    chevron_rightLeggi di più
  • Contributo a fondo perduto introdotto dal Decreto Rilancio: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

    Con Circolare 13 giugno 2020, n. 15, L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al contributo a fondo perduto di cui all’articolo 25, D.L. n. 34/2020. In particolare il documento di prassi affronta le seguenti problematiche: ambito soggettivo; requisiti per ottenere il contributo; accesso al contributo per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019; modalità di calcolo del contributo; natura del contributo e concorso alla formazione del reddito; modalità di fruizione del contributo; poteri di controllo dell’amministrazione finanziaria; compatibilità del contributo con il quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sost...
    chevron_rightLeggi di più
  • Istruzioni per il versamento IMU e nuovo codice tributo

    Con Risoluzione 29 maggio 2020, n. 29, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per il versamento dell’IMU tramite i modelli “F24” e “F24 Enti pubblici” e istituito il nuovo codice tributo per il versamento dell’IMU relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita. Richiamate le modalità di versamento individuate con Provvedimento 26 maggio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha confermato l’utilizzo dei codici tributo già istituiti con Risoluzione n. 35/2012 e con Risoluzione n. 33/2013. Per il versamento dell’IMU relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (art. 1, comma 751, Legge n. 1...
    chevron_rightLeggi di più
  • Ridenominati i codici tributo IVIE e IVAFE

    Con Risoluzione 21 maggio 2020, n. 26, al fine di recepire le modifiche previste dalla Legge n. 160/2019 che ha esteso l’applicazione dell’IVIE e dell’IVAFE anche agli enti non commerciali e alle società semplici/equiparate, sono stati ridenominati i seguenti codici tributo, in precedenza istituiti con le Risoluzioni 7 giugno 2012, n. 54 e 19 aprile 2013, n. 27: “4041” denominato “Imposta sul valore degli immobili situati all’estero, a qualsiasi uso destinati da soggetti residenti nel territorio dello Stato – art. 19, c. 13, DL n. 201/2011 e succ. modif. – SALDO”; “4042” denominato “Imposta sul valore degli immobili situati all’estero, a qualsiasi uso destina...
    chevron_rightLeggi di più
  • La “nuova IMU” e i chiarimenti del MEF

    Il Dipartimento Finanze MEF, con Circolare 18 marzo 2020, n. 1, ha fornito i primi chiarimenti sulla nuova IMU, entrata in vigore il 1° gennaio 2020. L'imposta si pone in linea di continuità con il precedente regime poiché è una mera evoluzione normativa. Nella Circolare, tra i vari chiarimenti forniti, si chiarisce come si debba procedere al calcolo dell’acconto 2020 in alcune casistiche. Secondo il comma 762, art. 1, Legge n. 160/2019, in sede di prima applicazione dell’imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019. Tale regola però, in alcuni casi viene superata, in quanto creerebbe degli inutili aggravi a...
    chevron_rightLeggi di più
  • Il regime premiale ISA

    Gli ISA esprimono il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente, attribuendo al soggetto un valore in scala da 1 a 10: ad un basso valore dell’indice corrisponde una bassa affidabilità fiscale, ad un alto valore, un’alta attendibilità. A tale giudizio è collegato l’accesso al cosiddetto “regime premiale”, che riconosce interessanti benefici graduati a seconda del punteggio raggiunto, quali alcune fattispecie di esonero dall’apposizione del visto di conformità, la preclusione dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici, la riduzione di un anno del termine di decadenza dell’attività di accertamento, la possibilità di “subire” l’accert...
    chevron_rightLeggi di più