Cessazione partita IVA e esclusione dal VIES

Cessazione partita IVA e esclusione dal VIES

Per effettuare operazioni in ambito UE è indispensabile l’iscrizione nell’archivio informatico dei soggetti autorizzati (c.d. “VIES”). Di recente, con Provvedimento 12 giugno 2017, l'Agenzia delle Entrate ha definito criteri e modalità di cessazione della partita IVA e di esclusione dal VIES qualora a seguito di controlli sui soggetti a rischio emergano irregolarità e frodi in materia di imposta sul valore aggiunto. 

In particolare, qualora a seguito dell’attività di controllo:

  • emerga la mancanza dei requisiti soggettivi/oggettivi IVA in capo al soggetto, l’Agenzia può notificare allo stesso un provvedimento di cessazione della partita IVA indebitamente richiesta o mantenuta;
  • risulti che il soggetto interessato (sebbene in possesso dei requisiti soggettivi/oggettivi IVA) abbia consapevolmente effettuato operazioni intraUE fraudolente, l’Agenzia può notificare allo stesso un provvedimento di esclusione dal VIES, rendendo invalida la partita IVA.

Un soggetto escluso dal VIES può richiedere, una volta rimosse le irregolarità, di essere nuovamente reinserito nel VIES.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più