Vendita di unità immobiliari a terzi configurabile come attività imprenditoriale

  seacinfo

Con Risposta 27 maggio 2020, n. 152, l'Agenzia delle Entrate risponde all'istante che chiede se la cessione di tre unità immobiliari (possedute da una persona fisica non imprenditore) è configurabile come attività imprenditoriale (si tratta di tre unità immobiliari di categoria catastale A3 ricavate da un immobile di categoria catastale).L'amministrazione finanziaria precisa che l'attività compiuta dall'istante deve considerarsi imprenditoriale dal momento che l'intervento sull'immobile (originariamente di categoria C2) risulta finalizzato non al proprio uso o a quello della propria famiglia, bensì alla vendita (delle tre abitazioni) a terzi. Secondo un consolidato orientamento della Corte di Cassazione, infatti, la qualifica di imprenditore può essere attribuita anche a chi semplicemente utilizzi e coordini un proprio capitale per fini produttivi. Di conseguenza, il reddito generato dalla vendita delle suddette unità immobiliari deve essere considerato reddito di impresa di cui all'articolo 55 del TUIR.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più