Ulteriori chiarimenti sul 'bonus facciate': Interpello

  seacinfo

Con Risposta ad Interpello 23 giugno 2020, n. 191, l'Agenzia delle Entrate è tornata a fornire alcuni chiarimenti in merito alla detrazione per interventi di recupero e restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, c.d. 'bonus facciate', introdotta dall'art. 1, comma 219, Legge n. 160/2019.In particolare l'Agenzia, richiamando la Circolare n. 2/2020, ha confermato che rientrano nel beneficio le spese:sostenute per le opere accessorie necessarie per l'esecuzione dei lavori agevolabili (comprese le spese per la direzione lavori, il coordinamento per la sicurezza e la sostituzione dei pluviali);per interventi di restauro dei balconi senza interventi sulle facciate;sostenute nel 2020, anche con riferimento ad interventi iniziati negli anni precedenti. L'Agenzia ha inoltre confermato la necessità di utilizzare per il pagamento delle spese un bonifico 'parlante' (già in uso per le detrazioni di recupero edilizio ed 'ecobonus'), riportando i dati fiscali dei soggetti al fine dell'applicazione della ritenuta d'acconto a carico del beneficiario del pagamento ed indicando, se possibile, come causale gli estremi della Legge n. 160/2019, istitutiva della detrazione.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più