Tutele del lavoro subordinato per i riders

  seacinfo

Si applicano le norme e le tutele del lavoro subordinato ai c.d. riders, i fattorini che per mezzo di bici e moto sono incaricati di fare le consegne a domicilio, i quali non sono quindi da ritenersi un tertium genus tra autonomia e subordinazione.È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 1663 del 24 gennaio 2020, secondo la quale tale estensione si applica ai ciclofattorini le cui prestazioni sono personali, continuative e organizzate dal committente, anche con riferimento ai tempi e al luogo del lavoro.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più