Trattazione istanze di interpello nel periodo di sospensione dei termini previsto dal Decreto cura Italia

  seacinfo

Con Circolare 20 marzo 2020, n. 4, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti e indicazioni operative sulla trattazione delle istanze di interpello nel periodo di sospensione dei termini previsto dal D.L. n. 18/2020 (c.d. 'Decreto cura Italia'). L'art. 67, comma 1, secondo periodo, D.L. n. 18/2020, dispone infatti la sospensione dall'8 marzo al 31 maggio 2020 dei termini per fornire risposta alle istanze di interpello presentate dai contribuenti, ivi comprese quelle da rendere a seguito della presentazione della documentazione integrativa.Tra i chiarimenti più importanti, forniti dal documento di prassi, si segnala che nell'ipotesi in cui la richiesta di documentazione integrativa sia già stata notificata al contribuente nel periodo intercorrente tra l'inizio del periodo di sospensione (8 marzo 2020) e la data di pubblicazione della presente circolare (20 marzo 2020), la risposta, a seguito della ricezione della documentazione nel periodo di sospensione, sarà fornita entro 60 giorni decorrenti dal 1° giugno 2020.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più