Trattamento IVA per raccolta delle giocate: interpello

  seacinfo

Con Risposta 9 luglio 2019, n. 226, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento IVA delle prestazioni di raccolta delle somme di denaro giocate mediante apparecchi da divertimento e intrattenimento da una società che ha un rapporto esclusivo con il gestore, senza alcun contatto diretto con il concessionario dello Stato. Nel caso di specie, non essendovi rapporti tra società istante e Concessionario, per tali operazioni non sussistono i presupposti per l'applicazione del regime di esenzione dall'IVA di cui all'articolo 10, comma 1, n. 6), D.P.R. n. 633/1972.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più