Trasmissione telematica corrispettivi: moratoria sulle sanzioni

  seacinfo

Con Circolare 29 giugno 2019, n. 15, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi alla luce delle novità introdotte dall'articolo 12-quinquies del D.L. n. 34/2019 (c.d. 'Decreto crescita') che sostituisce il comma 6-ter dell'articolo 2, D.Lgs. n. 127/2015.In particolare, il documento di prassi ha precisato che:i soggetti interessati dall'obbligo di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi (previsto dal 1° gennaio 2020, o dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d'affari superiore a 400.000), qualora non abbiano ancora la disponibilità di un registratore telematico, possono assolvere all'obbligo di trasmissione dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri, entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione; in tal caso i predetti soggetti potranno adempiere temporaneamente all'obbligo di memorizzazione giornaliera dei corrispettivi mediante i registratori di cassa già in uso ovvero tramite ricevute fiscali;anche chi ha già messo in funzione il registratore telematico, nel primo semestre di applicazione dell'obbligo è escluso dall'applicazione delle sanzioni se effettua la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.Con apposito provvedimento saranno individuate le modalità telematiche per l'invio dei corrispettivi entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più