Split payment: nota di variazione e nuovo documento se si riceve una fattura con rivalsa IVA

  seacinfo

Con Risposta 18 dicembre 2018, n. 111, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'applicazione della disciplina della scissione dei pagamenti.In particolare l'Agenzia ha precisato che qualora un soggetto rientri nell'ambito di applicazione del c.d. 'split payment', ed abbia ricevuto dal proprio fornitore una fattura con rivalsa IVA, il fornitore dovrà procedere ad emettere apposita nota di variazione e un nuovo documento contabile recante l'indicazione "scissione dei pagamenti". Se il fornitore non provvede ad emettere la predetta nota di variazione, salva la responsabilità di quest'ultimo, l'acquirente dovrà provvedere a regolarizzare l'operazione ai sensi dell'art. 6, comma 8, lett. b), e comma 9, D. Lgs n. 471/1997.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più