Split payment e recupero del versamento IVA duplicato: Interpello

  seacinfo

Con Risposta ad Interpello 18 settembre 2020, n. 378, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito allo split payment e al recupero del versamento IVA duplicato. Nel caso di specie, un ente pubblico ha erroneamente versato due volte l'IVA attraverso il modello F24, effettuando così un pagamento indebito. L'Agenzia delle Entrate chiarisce che, non trattandosi di un'ipotesi per la quale ex art. 26, D.P.R. n. 633/1972, si può emettere una nota di variazione da parte del fornitore, è possibile recuperare l'IVA versata in eccesso scomputando l'importo in questione dai versamenti dell'imposta che, nell'ambito della propria sfera istituzionale, l'ente dovrà effettuare in regime di split payment. L'ente dovrà specificare nei propri documenti contabili l'avvenuta compensazione, specificando:le motivazioni che hanno determinato la rilevazione dell'indebito;il relativo importo.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più