Sospensione delle attività produttive industriali e commerciali non essenziali: nuovo D.P.C.M.

  seacinfo

Con D.P.C.M. 22 marzo 2020, pubblicato in G.U. 22 marzo 2020, n. 76, sono state emanate ulteriori disposizioni attuative del D.L. n. 6/2020, riguardanti misure urgenti in materia dicontenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. È stata disposta la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali non essenziali ad eccezione di quelle individuate nell'allegato al Decreto con i relativi codici Ateco. L'elenco potrebbe essere successivamente modificato.Sono comunque espressamente consentite le attività:produttive non essenziali se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile;che erogano servizi di pubblica utilità o servizi essenziali (Legge n. 146/1990). Sono tuttavia sospesi i servizi di apertura al pubblico di musei o istituti e luoghi di cultura, nonché dei servizi che riguardano l'istruzione se non erogati a distanza;funzionali ad assicurare la filiera produttiva delle attività essenziali, nonché dei servizi essenziali e di pubblica utilità, previa comunicazione al Prefetto della Provincia dove è ubicata l'attività;di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici, nonché di prodotti agricoli e alimentari;funzionali a fronteggiare l'emergenza;degli impianti a ciclo produttivo continuo;dell'industria aerospaziale e della difesa.Le disposizioni si applicano a partire dal 23 marzo 2020 (viene tuttavia dato tempo alle aziende fino al 25 marzo per adeguarsi alle misure) fino al 3 aprile 2020.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più