Somministrazione: anche l'agenzia risarcisce l'ex dipendente se il licenziamento è illegittimo

  seacinfo

La Corte di Cassazione ha affermato che nel caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo dimostratosi illegittimo, anche l'agenzia di somministrazione deve risarcire l'ex dipendente a tempo indeterminato, essendo irrilevante il rapporto fra l'agenzia e l'utilizzatore. Con la Sentenza n. 26607 del 18 ottobre 2019, la Suprema Corte ha sottolineato che spetta all'agenzia l'onere di dimostrare l'impossibilità di ripescaggio del lavoratore, attraverso il reimpiego dello stesso in missioni idonee alla sua professionalità, e che a tal fine non è sufficiente addurre il corso di riqualificazione professionale seguito dallo stesso.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più