Sismabonus per acquisto di case antisismiche: Risposta ad Interpello

  seacinfo

Con Risposta 10 ottobre 2019, n. 409, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla detrazione di cui all'articolo 16, comma 1-septies, D.L. n. 63/2013, spettante agli acquirenti di case 'antisismiche', ricostruite da imprese edilizie nelle zone sismiche 1, 2 e 3.L'impresa istante, in particolare, ha demolito e ricostruito un edificio sito in zona sismica 2 e chiede se gli acquirenti delle 'nuove' unità immobiliari possano fruire della detrazione del 75-85%, considerato che:a seguito dei lavori sono stati realizzati un numero maggiore di edifici e il permesso di costruire è stato rilasciato nel 2016, in data anteriore a quella di entrata in vigore del D.L. n. 34/2019 (che ha ammesso al beneficio anche gli interventi eseguiti su immobili siti nelle zone sismiche 2 e 3).Secondo l'Agenzia, ai fini della detrazione, non rileva che l'edificio ricostruito contenga un numero maggiore di unità immobiliari rispetto al preesistente; tuttavia, la detrazione non è ammessa in quanto, in contrasto con le previsioni normative, la data di avvio delle procedure autorizzatorie degli interventi è anteriore al 1° gennaio 2017.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più