Servizio di consultazione fatture elettroniche: nulle le deleghe conferite prima del 21 dicembre 2018

  seacinfo

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito internet all'interno dell'area tematica 'Fatturazione elettronica' una nuova Faq (n. 61) in materia di fatturazione elettronica, con riferimento al servizio di 'Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici'.Come noto, a decorrere dal 3 maggio 2019 (fino al 2 luglio) l'Agenzia renderà disponibile una specifica funzione che permetterà, direttamente al contribuente oppure attraverso un intermediario abilitato, di aderire al servizio di consultazione e acquisizione dei documenti fiscali e dei duplicati elettronici all'interno di un'area riservata dal sito web dell'Agenzia delle Entrate. In assenza di adesione al servizio l'Agenzia conserverà esclusivamente i dati fiscalmente rilevanti.Il Provvedimento 21 dicembre 2018 (oltre a modificare il Provvedimento del 30 aprile 2018) ha modificato anche il Provvedimento del 5 novembre 2018 e il relativo modello di conferimento delle deleghe ai servizi del portale Fatture e Corrispettivi. L'Agenzia, quindi, ha precisato che le deleghe conferite agli intermediari in un momento antecedente alla data del 21 dicembre 2018 non consentiranno agli intermediari di effettuare (per conto dei propri clienti) l'adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici. Pertanto, per poter effettuare le operazioni di adesione (o recesso) dal servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche per conto dei propri clienti è necessario che gli intermediari delegati a tale servizio prima del 21 dicembre 2018 acquisiscano una nuova delega.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più