Sanzioni sulla sicurezza: no responsabilità in solido della società

  seacinfo

La società non risponde in solido per le sanzioni inflitte al manager che viola gli obblighi di sicurezza sul lavoro, ad eccezione dei casi in cui la stessa sia responsabile di illeciti amministrativi ai sensi del D.Lgs 231/2001 (omicidio colposo o lesioni gravissime del lavoratore).È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 38260 del 16 settembre 2019, con la quale ha respinto il ricorso della dirigente di una società in house di un Comune avverso la confisca dei propri beni personali. La manager era stata condannata per peculato.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più