Rivalutazione beni d’impresa 2019: Legge di Bilancio

Rivalutazione beni d’impresa 2019: Legge di Bilancio

La Legge di Bilancio 2019 ha riproposto la possibilità di effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni per le società di capitali ed enti commerciali che non adottano i Principi contabili internazionali, tramite il versamento di un’imposta sostitutiva determinata nelle seguenti misure:

  • 16% per i beni ammortizzabili;
  • 12% per i beni non ammortizzabili.

L’imposta sostitutiva va versata in un’unica soluzione senza interessi, entro il termine previsto per il saldo delle imposte sui redditi. Di conseguenza la rivalutazione eseguita nel bilancio chiuso al 31 dicembre 2018 comporta il versamento dell’imposta entro il 1° luglio 2019 (considerato che il 30 giugno 2019 cade di domenica) oppure entro il 31 luglio 2019 con la maggiorazione dello 0,40%.

Il saldo attivo di rivalutazione va imputato al capitale o in un’apposita riserva che ai fini fiscali è considerata in sospensione d’imposta. È possibile affrancare, anche parzialmente, tale riserva mediante il pagamento di un’imposta sostitutiva IRES / IRAP pari al 10%.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più