Risarcimento per omessa applicazione della tassazione ridotta

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con l'Ordinanza n. 2226 del 25 gennaio 2019, ha ritenuto fondata la richiesta di risarcimento da parte del pensionato che non ha potuto percepire il rimborso dell'IRPEF, poiché il suo datore di lavoro ha omesso di applicare il regime di tassazione ridotta sulla parte complementare del trattamento pensionistico.La Suprema Corte nel respingere il ricorso del datore di lavoro afferma che il sostituto d'imposta sarebbe stato perfettamente in grado di individuare quale delle due componenti del trattamento pensionistico fosse destinata alla tassazione ridotta, in quanto esse risultano differenziate da un punto di vista contabile in modo preciso dall'INPS. Nella determinazione del danno prodotto, inoltre, a nulla rileva che il pensionato non si sia opposto al rigetto della domanda di rimborso per intervenuta decadenza. Egli non era tenuto ad introdurre un giudizio di impugnazione eccessivamente gravoso, al solo scopo di limitare l'ammontare del risarcimento per l'altrui inadempimento.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più