Ripresa versamenti contributi previdenziali per lavoratori autonomi: chiarimenti INPS

  seacinfo

Con Circolare 28 maggio 2020, n. 64, l'INPS ha fornito chiarimenti in merito alle fattispecie di sospensione degli adempimenti contributivi a causa dell'emergenza epidemiologica Covid-19 disposta da vari provvedimenti legislativi.In particolare, l'art. 18, D.L. n. 23/2020, commi 1 e 2, ha sospeso, per i mesi di aprile e maggio, i termini dei versamenti contributivi per gli esercenti attività d'impresa arte o professione:con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nello Stato;con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto;che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di marzo 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d'imposta e nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d'imposta.Ai sensi del successivo comma 5, la sospensione riguarda anche i soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione che hanno intrapreso la relativa attività in data successiva al 31 marzo 2019.Come precisato dall'INPS, il termine per la ripresa di tali versamenti, precedentemente fissata al 30 giugno 2020, è stata prorogata, ad opera dell'art. 126, comma 1, D.L. n. 34/2020, al 16 settembre 2020. Ne consegue che la prima rata dei contributi fissi per artigiani e commercianti dovrà essere corrisposta entro il 16 settembre 2020.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più