Riduzione del limite di utilizzo del denaro contante: D.L. Fiscale 2020

  seacinfo

Con l'art. 18, D.L. n. 124/2019 sono state apportate modifiche agli articoli 49 e 63, D.Lgs. n. 231/2007, riguardanti la limitazione all'uso del contante e dei titoli al portatore. L'introduzione del nuovo comma 3-bis all'art. 49 ha infatti stabilito che il limite di trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra persone fisiche o giuridiche, venga ridotto dall'attuale di euro 3.000 a:euro 2.000 a decorrere dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021;euro 1.000 a decorrere dal 1° gennaio 2022.La riduzione riguarda anche la negoziazione a pronti di mezzi di pagamento in valuta, svolta dai soggetti iscritti nella sezione prevista dall'articolo 17-bis, D.Lgs. 13 agosto 2010, n. 141, c.d. 'cambia valute'.La modifica all'art. 63 ha inoltre apportato una rimodulazione del minimo edittale della sanzione, prevista in caso di utilizzo del contante in misura superiore al limite; in particolare, per le violazioni commesse e contestate:dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, il minimo edittale è pari ad euro 2.000;dal 1° gennaio 2022, il minimo edittale è pari ad euro 1.000.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più