Reintegra del lavoratore che lancia un oggetto contro il collega

  seacinfo

La Corte di Cassazione ha statuito l'illegittimità per insussistenza del fatto del licenziamento per giusta causa nei confronti del dipendente che, a seguito di un diverbio, ha scagliato un oggetto contro il collega, dal momento che le due postazioni erano lontane e non c'era alcuna volontà di colpirlo o di fargli male. Con la Sentenza n. 14054 del 23 maggio 2019 si precisa che nel caso di specie va applicata la tutela reintegratoria ex art. 18 dello Statuto dei lavoratori, che comprende anche l'ipotesi del fatto sussistente ma privo del carattere di illiceità.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più