Reintegra del lavoratore che dorme in servizio se licenziamento sanzione più grave di quella del CCNL

  seacinfo

È illegittimo il recesso datoriale per giusta causa e va reintegrata la guardia giurata che dorme in servizio, in quanto il licenziamento costituisce una sanzione più grave rispetto alla mera sospensione da servizio e retribuzione prevista dal CCNL della vigilanza privata per la medesima condotta.È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 25573 del 10 ottobre 2019, secondo la quale, essendo che il vigilante non compie un totale distacco dal bene da proteggere, non si determina la coscienza e la volontà di venire meno al proprio incarico.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più