Per la reintegra non è sufficiente che il licenziamento sia illegittimo

  seacinfo

Con la Sentenza n. 3129 pubblicata il 1° febbraio 2019, la Cassazione ha affermato che il licenziamento basato su un fatto illecito è illegittimo, ma è da valutare se sia necessaria la reintegra nel posto di lavoro o il mero ristoro economico.Il caso sottoposto alla Corte riguardava un lavoratore licenziato a seguito della soppressione del posto di lavoro per effetto della perdita dell'appalto: il dipendente, tuttavia, non avrebbe dovuto ricoprire quel ruolo ma svolgere mansioni superiori. Il licenziamento è illegittimo ma la reintegra scatta solo se manca uno degli elementi inerenti l'attività produttiva, l'organizzazione del lavoro e il regolare funzionamento, sulla base dei quali si è operato il recesso.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più