Occultamento di scritture contabili: possibile la confisca

  seacinfo

Con Sentenza 7 gennaio 2020, n. 166, la Corte di Cassazione ha sancito la legittimità del sequestro preventivo finalizzato alla confisca per un imprenditore che aveva occultato le scritture contabili rinvenute presso i clienti, in quanto è stato possibile determinare l'ammontare dei tributi evasi.In particolare, i Giudici hanno precisato che, ai sensi dell'art. 10, D.Lgs. n. 74/2000, qualora l'importo dell'evasione sia stato determinato, come nel caso di specie, il profitto del reato è suscettibile di confisca e di sequestro preventivo, in quanto si tratta di 'risparmio di spesa che costituisce vantaggio economico immediato e diretto della condotta illecita tenuta'.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più