Non licenziato senza prova della soppressione del posto di lavoro

  seacinfo

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, la Corte di Cassazione ha statuito l'illegittimità del provvedimento espulsivo nei confronti del dipendente nonostante la crisi dell'azienda, vista la mancata prova della soppressione del posto di lavoro.Con la Sentenza n. 4946 del 20 febbraio 2019 viene chiarito che al datore di lavoro spetta la prova non dell'andamento economico negativo dell'impresa, ma delle ragioni produttive e organizzative che hanno comportato la riduzione di personale.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più