Non è deducibile la spesa per la trasferta se manca la specifica documentazione

  seacinfo

Le spese di trasferta sostenute dal lavoratore non possono essere escluse dalla retribuzione imponibile se non vengono provate le specifiche trasferte giustificative dei chilometri effettuati per raggiungere il luogo di lavoro.È quanto deciso dalla Corte di Cassazione, con l'Ordinanza n. 21597 del 7 ottobre 2020, nella quale precisa che la norma fiscale che prevede la deducibilità dell'indennità di trasferta va interpretata in modo restrittivo, pertanto quando manchi una puntuale documentazione di supporto che attesti il costo di percorrenza di ciascuna trasferta, questo rientra all'interno della retribuzione imponibile.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più