Non condannabile il datore che omette di versare i contributi previdenziali se i suoi maggiori clienti sono falliti

  seacinfo

Il datore di lavoro che si trova in un'assoluta impossibilità di adempiere al versamento dei contributi previdenziali non è condannabile qualora i suoi clienti più importanti siano falliti.È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 36278 del 21 agosto 2019, secondo la quale, in accoglimento del ricorso presentato dall'imputato, l'imprenditore deve essere scriminato solo ove dimostri che la crisi che ha colpito l'azienda non gli sia imputabile e non vi sia possibilità alcuna di superarla.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più