No licenziamento per una lunga malattia assimilata alla disabilità

  seacinfo

La Corte di Cassazione ha affermato che è illegittimo perché discriminatorio il licenziamento del lavoratore dopo un lungo periodo di malattia.Con la Sentenza n. 29289 del 12 novembre 2019, la Suprema Corte ha chiarito che la malattia di lunga durata è equiparabile alla disabilità, e ricordato che il recesso basato sull'handicap del dipendente è vietato dalla Direttiva Europea 78/2000.Infine i giudici hanno specificato che il lavoratore deve dimostrare il fattore di rischio e il trattamento discriminatorio subito, mentre il datore ha l'onere di provare che avrebbe licenziato qualunque altro dipendente privo di fattori di rischio.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più