Niente risarcimento per l'incidente occorso al lavoratore per una sua condotta abnorme

  seacinfo

In materia di infortuni sul lavoro, la Corte di Cassazione ha stabilito che per l'incidente avvenuto in cantiere all'operaio non spetta alcun risarcimento da parte del datore di lavoro, nel caso in cui l'accaduto sia dovuto ad una condotta abnorme dello stesso lavoratore. Nel caso di specie, infatti, costituisce rischio elettivo del danneggiato la decisione di calarsi nella fossa in cui viene raccolto il materiale di risulta senza avvertire il gruista che sta operando nell'area. Con la Sentenza n. 4225 del 13 febbraio 2019 viene ribadito l'esonero del datore da qualsiasi responsabilità, nel caso in cui la condotta dell'infortunato è esorbitante ed inopinata tanto da costituire la causa unica del sinistro.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più