Licenziamento legittimo quando la correlazione tra addebito e sanzione non muta nel corso del giudizio

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 22076 del 13 ottobre 2020, statuisce che il divieto di infliggere un licenziamento sulla base di fatti diversi da quelli contestati è violato solo qualora il datore di lavoro, in corso di giudizio, alleghi nuove circostanze che implichino una diversa valutazione dei fatti.Nel caso di specie invece, il licenziamento della lavoratrice che fa avere all'ex marito una sim aziendale è legittimo in quanto l'addebito contestato e immutato nel corso del giudizio corrisponde con la sanzione disciplinare comminata.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più