Legittimo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo se viene soppresso il posto di lavoro

  seacinfo

Per la Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 1377 del 18 gennaio 2019, è legittima la scelta organizzativa imprenditoriale di sopprimere una posizione lavorativa anche se la decisione non dipende da uno stato di crisi: è sufficiente la mera intenzione di incrementare la redditività o semplicemente un miglioramento dell'efficienza gestionale.Risulta pertanto legittimo per giustificato motivo oggettivo, il licenziamento della lavoratrice, anche se madre di un bambino ad un mese dal primo anno d'età, a seguito della insindacabile scelta aziendale di eliminare un posto di lavoro: per i giudici della Corte non si tratta neppure di un licenziamento discriminatorio. L'azienda ha infatti operato nel rispetto dell'attività di repêchage non appena possibile, chiamando la lavoratrice a sostituire un collega in malattia.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più