Legittimo il licenziamento del lavoratore in seguito a una lite con il superiore

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 13411 del 1° luglio 2020, ha ritenuto legittimo il licenziamento di un lavoratore in seguito ad uno scontro verbale con il superiore, in quanto idoneo a rompere il vincolo fiduciario necessario per la prosecuzione del rapporto di lavoro.Gli ermellini hanno, infatti, chiarito che nonostante il diverbio si fosse verificato fuori dell'orario di lavoro, lo stesso era comunque riferibile a rapporti infraziendali, ed inoltre era emersa l'intenzionalità del lavoratore di avviare lo scontro verbale allo scopo di acquisire prove di una condotta scorretta del superiore.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più