Legittimo il licenziamento del lavoratore controllato dall'internal auditing

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 21888 del 9 ottobre 2020, ha affermato che è legittimo il licenziamento del lavoratore che non rispetta i suoi obblighi e doveri, come osservato di nascosto dall'ispettore interno all'azienda (internal auditing) incaricato dal suo superiore. I giudici hanno precisato che il datore di lavoro ha la piena facoltà di ricorrere anche a personale interno all'azienda per controllare lo svolgimento dell'attività lavorativa dei suoi dipendenti.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più