Legittimo il licenziamento del chirurgo reperibile in ritardo anche se assolto per la morte del paziente

  seacinfo

È legittimo il licenziamento per giusta causa del chirurgo reperibile che arriva in reparto con tre ore di ritardo, anche se nel processo penale è assolto per la morte del paziente.È quanto ha statuito la Corte di Cassazione nell'Ordinanza n. 18883 del 15 luglio 2019, secondo la quale il fatto oggetto del processo penale è autonomo rispetto alla contestazione disciplinare, in quanto il comportamento che ha causato il licenziamento è il ritardo, fatto omissivo e professionalmente non etico, non la morte del paziente.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più