Legittima l'acquisizione integrale dello stipendio del socio

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con l'Ordinanza n. 11185 dell'11 giugno 2020, ha ritenuto legittimo il provvedimento che include nel calcolo dell'attivo fallimentare l'intero stipendio del socio di una società di fatto.Spiega, infatti, la Corte, che il mantenimento parziale del reddito è subordinato all'esigenza di sostenere sé stessi e la propria famiglia, e che il lavoratore in questione, invece, disponendo di considerevoli risorse finanziare, che per giunta ha omesso di dichiarare, non necessita di tale ulteriore entrata.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più