Lavoratori impatriati: chiarimenti sui requisiti di accesso al regime agevolato

  seacinfo

Con Risposta 12 febbraio 2019, n. 36, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al regime speciale per lavoratori impatriati previsto dall'art. 16, D.Lgs. n. 147/2015.Nel caso di specie l'istante, cittadina italiana, risiede nel Regno Unito dal 31 agosto 2012 dove ha svolto effettivamente attività di studio e di lavoro dipendente per 24 mesi continuativi, ma è iscritta all'AIRE solo dal 14 ottobre 2015.L'Agenzia precisa che, in tal caso, l'istante, qualora rientri in Italia nel 2019, può beneficiare del regime agevolato per lavoratori impatriati in quanto, ai fini agevolativi, è sufficiente che i due requisiti (iscrizione all'AIRE e svolgimento continuativo dell'attività lavorativa all'estero negli ultimi 24 mesi) siano presenti in capo al soggetto al momento in cui rientra in Italia.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più