L'incidente non legittima l'azione del datore nei confronti dell'assicurazione

  seacinfo

In caso di incidente stradale che coinvolge un lavoratore quale terzo trasportato, il datore di lavoro non può agire direttamente nei confronti dell'assicurazione chiedendo il rimborso per i danni subiti dal dipendente.La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 3729 dell'8 febbraio 2019, ha infatti precisato che il codice delle assicurazioni non consente un'estensione in via analogica al terzo trasportato della possibilità di risarcimento diretto prevista invece per il conducente del veicolo, in quanto tale fattispecie non è specificatamente prevista e il datore di lavoro non rientra tra i soggetti contemplati dalla norma.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più