Iper ammortamento: ulteriori chiarimenti dalle entrate

Iper ammortamento: ulteriori chiarimenti dalle entrate

Con Risoluzione 15 dicembre 2017, n. 152, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in materia di iper ammortamento.

Nel documento di prassi, l’amministrazione finanziaria precisa che:

  • le piccole opere murarie necessarie per l’installazione di un macchinario rientrano tra gli oneri accessori di diretta imputazione e possono quindi rilevare ai fini della disciplina in esame, a condizione che le stesse non vengano considerate “costruzioni”;
  • sono esclusi dall'iper ammortamento i costi relativi alla perizia giurata o all'attestazione di conformità del bene in quanto non accessori all'investimento; tali di oneri vengono sostenuti esclusivamente per l'ottenimento del beneficio fiscale in oggetto; l’Agenzia chiarisce inoltre che in caso di oggettiva difficoltà il professionista può procedere al giuramento della perizia anche nei primi giorni successivi al 31 dicembre 2017;
  • se gli accessori dei beni indicati nell'Allegato A, Legge di Bilancio 2017, sono strettamente indispensabili per il funzionamento del macchinario e ne costituiscono ordinaria dotazione possono assumere rilevanza per l’agevolazione in esame. L’Agenzia, inoltre, sottolinea che può essere individuato un limite quantitativo forfetario entro il quale si ritiene verificata la circostanza che le attrezzature e gli accessori strettamente necessari al funzionamento del bene agevolabile ne costituiscono la “normale dotazione”. Tale limite forfetario, determinato dal MISE, è individuato in ragione del 5% del costo del bene principale soggetto a iper ammortamento. 

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più