Indennità 600 euro anche per lavoratori autonomi e professionisti delle casse private: Decreto

  seacinfo

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali è stato pubblicato il Decreto Interrministeriale 28 marzo 2020 che definisce le modalità di attribuzione dell'indennità, prevista dal Decreto Cura Italia con l'istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza, a favore dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, danneggiati dalla situazione epidemiologica Covid-19. Il sostengo al reddito è riconosciuto: ai lavoratori con un reddito complessivo 2018 al lordo della cedolare secca inferiore a 35.000 euro la cui attività sia stata limitata da restrizioni a seguito di Covid-19;ai lavoratori con un reddito complessivo 2018 al lordo della cedolare secca compreso tra 35.000 e 50.000 euro e la cui attività sia stata cessata, sospesa o ridotta a seguito di Covid-19. Per riduzione di attività si intende la riduzione di almeno il 33% del reddito del primo trimestre 2020 rispetto a quello del primo trimestre 2019. Si ribadisce, comunque, che tale bonus è completamente differente da quello previsto dall'INPS, quindi è opportuno verificare le modalità di richiesta previste dalla singola cassa previdenziale.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più