Imposta di registro e ipocatastali in misura fissa anche con acquisto intero fabbricato con diversi contratti

  seacinfo

Con Risposta ad Interpello 18 settembre 2020, n. 384, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'applicabilità dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 200 ai trasferimenti di interi fabbricati a favore di imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare, in base a quanto previsto dall'art. 7, D.L. n. 34/2019.In base a quanto previsto dal citato articolo, le imposte di registro, ipotecaria e catastale sono dovute nella misura fissa di euro 200 se:l'acquisto di un intero fabbricato viene effettuato entro il 31 dicembre 2021 da imprese che svolgono attività di ricostruzione o ristrutturazione di edifici per ricostruirlo/ristrutturarlo;il nuovo fabbricato risulta conforme alla normativa antisismica e consegue una delle classi energetiche NZEB, A o B;entro 10 anni vengono alienate le unità immobiliari, il cui volume complessivo superi il 75% del volume dell'intero fabbricato.Secondo l'Agenzia delle Entrate la disposizione agevolativa:è prevista indipendentemente dal fatto che l'impresa acquisti l'intero fabbricato con uno o più atti;non impone, quando il fabbricato è composto da più unità immobiliari, la redazione dell'atto di compravendita delle unità che compongono l'intero fabbricato in un unico contesto.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più