Impegno cumulativo per gli invii telematici: Decreto crescita

  seacinfo

Tra le novità introdotte in sede di conversione del Decreto crescita si segnala l'aggiunta, all'art. 6, DPR n. 322/98, del nuovo comma 6-bis in base al quale il contribuente o il sostituto d'imposta può conferire un unico incarico alla predisposizione di più dichiarazioni o comunicazioni ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (c.d. 'impegno cumulativo'). Tale impegno cumulativo può essere contenuto nell'incarico professionale sottoscritto dal contribuente; in tal caso devono essere indicate le dichiarazioni e le comunicazioni per le quali il soggetto si impegna alla trasmissione telematica dei dati in esse contenute. L'impegno si intende conferito per la durata indicata nell'impegno o nel mandato professionale e comunque fino al 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui è stato rilasciato, salvo revoca espressa, da parte del contribuente o del sostituto d'imposta.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più