Illegittimo il trasferimento del beneficiario dei permessi 104 anche se non è penalizzata l'assistenza al disabile

  seacinfo

Con l'Ordinanza n. 21670 del 23 agosto 2019, la Corte di Cassazione ha statuito l'illegittimità del trasferimento del lavoratore beneficiario dei permessi della Legge 104/92, e ciò anche qualora la nuova sede lavorativa sia nella medesima città e non venga dunque arrecato alcun pregiudizio all'assistenza del familiare disabile convivente.I giudici, infatti, hanno precisato che il suddetto divieto scatta qualora muti il luogo geografico di esecuzione della prestazione lavorativa, anche nell'ambito della stessa unità produttiva, in quanto la legge di riferimento guarda alla sede di lavoro.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più