Illegittimo il licenziamento del lavoratore se il datore non dimostra l'impossibilità di repêchage

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 23789 del 24 settembre 2019, ha statuito l'illegittimità del licenziamento, prevedendo il risarcimento omnicomprensivo senza reintegra, nel caso in cui il datore di lavoro non fornisca prova dell'impossibilità di ricollocare in azienda il lavoratore. Non grava più sul lavoratore licenziato l'onere di indicare i posti nei quali poter essere ricollocato.Nel caso di specie, il licenziamento è illegittimo in quanto un nuovo assunto compie le medesime mansioni del licenziato ed il datore di lavoro omette di produrre il capitolato di uno degli appalti in corso.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più