Il riposo settimanale va garantito anche in presenza di reperibilità

  seacinfo

La Corte di Cassazione, con l'Ordinanza n. 18884 del 15 luglio 2019, ha ricordato come il compenso erogato al lavoratore per la prestazione in regime di reperibilità non fa venire meno il diritto del lavoratore, e l'obbligo dell'impresa, al riposo settimanale, che deve comunque essere rispettato.I giudici della Corte Suprema hanno accolto il ricorso del lavoratore, che chiedeva un risarcimento per la mancata fruizione dei permessi settimanali, sostenendo che trattasi di due diritti autonomi: uno riguarda la maggiorazione per la prestazione di lavoro straordinario effettuata in reperibilità, l'altro il diritto al riposo settimanale, che tra l'altro è anche un diritto indisponibile alle parti. L'azienda è quindi condannata al risarcimento del danno patrimoniale.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più