Il regime premiale ISA

Il regime premiale ISA

Gli ISA esprimono il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente, attribuendo al soggetto un valore in scala da 1 a 10: ad un basso valore dell’indice corrisponde una bassa affidabilità fiscale, ad un alto valore, un’alta attendibilità.

A tale giudizio è collegato l’accesso al cosiddetto “regime premiale”, che riconosce interessanti benefici graduati a seconda del punteggio raggiunto, quali alcune fattispecie di esonero dall’apposizione del visto di conformità, la preclusione dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici, la riduzione di un anno del termine di decadenza dell’attività di accertamento, la possibilità di “subire” l’accertamento sintetico da “redditometro” soltanto se il reddito complessivo accertabile eccede di almeno 1/3 quello dichiarato.

L’Agenzia delle Entrate ha emanato il Provvedimento 30 aprile 2020, con il quale ha definito i livelli di affidabilità fiscale ai quali sono collegati i benefici premiali per l’anno d’imposta 2019.

La principale novità per il periodo d’imposta 2019 è che l’accesso a tali benefici si può conseguire anche sulla base della media dei livelli di affidabilità ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA su due periodi d’imposta.

Si tratta di un nuovo criterio, che si aggiunge quindi al precedente, consentendo l’accesso ai benefici premiali ai contribuenti che non raggiungono i livelli di affidabilità previsti per la sola annualità 2019; il contribuente, pertanto, qualora non ottenesse il punteggio idoneo per l’accesso in relazione al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019, ha l’ulteriore possibilità di usufruire del regime premiale attraverso il punteggio ottenuto sulla base del nuovo criterio.

In base al Provvedimento 30 aprile 2020, il contribuente avrà diritto a:

Non apporre il visto di conformità sui Modd. IVA/IVA TR 2021 per rimborso/compensazione crediti fino a euro 50.000 e sui Modd. REDDITI/IRAP 2020 per compensazione crediti 2019 fino a euro 20.000 in caso di livello di affidabilità:

  • pari ad 8 nel periodo d’imposta 2019 o, in alternativa
  • pari a 8,5 ottenuto come media tra i punteggi ISA relativi ai periodi d’imposta 2019 e 2018;

Non veder applicata la disciplina delle società di comodo in caso di livello di affidabilità:

  • pari a 9 nel periodo d’imposta 2019 o, in alternativa
  • pari a 9 ottenuto come media tra i punteggi ISA relativi ai periodi d’imposta 2019 e 2018;

Non veder applicato l’accertamento sulle presunzioni semplici in caso di livello di affidabilità:

  • pari a 8,5 nel periodo d’imposta 2019 o, in alternativa
  • pari a 9 ottenuto come media tra i punteggi ISA relativi ai periodi d’imposta 2019 e 2018;

Riduzione di un anno dei termini di accertamento in caso di livello di affidabilità pari ad 8 nel periodo d’imposta 2019;

Redditometro solo se il reddito complessivo accertabile eccede i 2/3 quello dichiarato in caso di livello di affidabilità:

  • pari a 9 nel periodo d’imposta 2019 o, in alternativa
  • pari a 9 ottenuto come media tra i punteggi ISA relativi ai periodi d’imposta 2019 e 2018.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più