Il lavoratore decade dall'indennità INPS se l'assenza non è giustificata da forza maggiore o necessità indifferibile

  seacinfo

In tema di malattia, la Corte di Cassazione ha statuito che il lavoratore in malattia assente alla visita medica di controllo durante le fasce orarie di reperibilità perde il diritto all'indennità INPS.Con la Sentenza n. 19668 del 22 luglio 2019, in accoglimento del ricorso dell'INPS, la Corte specifica che il lavoratore può mantenere il trattamento assicurativo solo se dimostri la causa di forza maggiore o l'indifferibile necessità che l'ha tenuto lontano da casa. Non è dunque una giustificazione sufficiente quella della visita odontoiatrica o del ritiro delle analisi per evitare la decadenza dall'indennità.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più