Fattura riepilogativa per le prestazioni di servizi

  seacinfo

Con Risposta 21 gennaio 2020, n. 8, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'emissione di una fattura riepilogativa per le prestazioni di servizi analizzando, nello specifico, il caso di un autotrasportatore di merci per conto terzi il quale documenta, con una fattura unica, tutte le prestazioni eseguite nel mese nei confronti del medesimo cliente.In particolare l'Agenzia ha precisato che:in presenza di una fattura riepilogativa che documenta più prestazioni rese nel mese, non è esatto parlare di fatturazione riepilogativa differita qualora il pagamento del corrispettivo avviene solo successivamente all'emissione della fattura; pertanto il momento impositivo coincide con l'emissione della fattura stessa che va, quindi, trasmessa allo SdI entro 12 giorni dall'effettuazione dell'operazione;la lista che contiene il riepilogo di tutte le prestazioni eseguite nell'arco del mese può non essere allegata al file xml trasmesso a SdI; in tal caso vi è l'obbligo di garantirne la conservazione alternativamente in modalità cartacea o elettronica. La mancata allegazione della lista descrittiva non è considerata una violazione, pertanto non sono previste sanzioni;in presenza di prestazioni accessorie a quelle di autotrasporto è consentito di fatturare tali prestazioni accessorie separatamente da quelle principali, salvo indicare gli estremi delle fatture relative a queste ultime, compilando l'apposita sezione 2.1.10 'Fattura principale' (non è corretto, invece, compilare la sezione 2.2 'DatiBeniServizi').

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più