Erogazioni liberali alla Protezione Civile: ulteriori chiarimenti

  seacinfo

Con Risoluzione 14 maggio 2020, n. 25, l'Agenzia delle Entrate è tornata a fornire ulteriori chiarimenti in merito alle erogazioni liberali effettuate a favore del Dipartimento della Protezione Civile nell'ambito delle azioni di gestione e contenimento dell'emergenza Covid-19 e sulla documentazione necessaria al fine del riconoscimento del beneficio fiscale nei confronti del soggetto donatore.La Protezione Civile, ai sensi del D.L. n. 18/2020, ha aperto dei conti correnti dedicati alla raccolta delle donazioni destinate a fronteggiare l'emergenza sanitaria. Tali donazioni, secondo quanto chiarito dalla precedente Risoluzione n. 21/2020, possono essere documentate con la sola ricevuta di versamento da cui emerga che l'erogazione è effettuata su uno dei conti dedicati all'emergenza.Lo stesso chiarimento è fornito ora in merito ai versamenti eseguiti sul conto corrente di tesoreria, su cui il Dipartimento era stato precedentemente autorizzato a ricevere erogazioni liberali nell'ambito dell'emergenza sanitaria, prima dell'apertura degli appositi conti.Anche con riguardo a tali donazioni, l'Agenzia ammette quindi che ai fini del beneficio fiscale sia sufficiente la sola ricevuta di versamento da cui emerga il conto corrente su cui è effettuata l'erogazione.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più