Emissione di note di credito: Risposta ad interpello

  seacinfo

Con Risposta ad interpello 16 aprile 2020, n. 107, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile emettere le note di credito derivanti dall'annullamento delle partite a ruolo non superiori a 1.000 euro entro i termini di presentazione della dichiarazione IVA. È comunque possibile ricorrere ad una dichiarazione integrativa entro la scadenza dei termini di accertamento. L'annullamento delle partite di ruolo determina il diritto del creditore di dedurre la perdita su crediti dal reddito d'impresa. Il caso di specie riguarda una società che gestisce servizi di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti e i ruoli sono relativi alla TIA. Trattandosi di una grande quantità di soggetti non sempre reperibili, l'Agenzia ha consentito l'emissione di un documento unico, riepilogativo di tutte le operazioni stralciate.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più