Ecobonus anche per demolizione e ricostruzione con volumetria inferiore: Risposta

  seacinfo

Con Risposta 27 giugno 2019, n. 210, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che le spese sostenute per la ristrutturazione edilizia, realizzata mediante demolizione e successiva ricostruzione che abbia prodotto un edificio con sagoma diversa e volumetria inferiore rispetto all'immobile preesistente, possono usufruire dell'agevolazione per riqualificazione energetica (cd. 'ecobonus'). Gli interventi che non sfruttano l'intera volumetria preesistente, ma solo una quota parte, rientrano, infatti, a pieno titolo nella fattispecie della ristrutturazione edilizia. Tale conclusione non vale nel caso in cui l'immobile sia sottoposto ai vincoli previsti dal D.Lgs. n. 42/2004, in quanto non sarebbe rispettato il requisito della 'medesima sagoma dell'edificio preesistente'.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più